Orvieto - Frantoio Ranchino

Vai ai contenuti

Menu principale:

 
L’origine di Orvieto molto probabilmente è da ricondursi ad epoche molto lontane e all’attività vulcanica della zona, si ritiene che la odierna rupe su cui oggi poggia la città di Orvieto sia proprio il risultato di questa attività. Orvieto fu città di grande lustro nelle diverse epoche storiche trascorse ed in particolare a partire dal IX secolo a.C. con la civiltà etrusca conobbe un periodo di grande splendore ed importanza tali da diventare il fulcro e l’abitato più importante del vasto territorio dell’Etruria. La città di Orvieto è attraversata da diversi periodi che hanno influenzato la sua storia; il periodo Etrusco, il periodo Romano passando dai Barbari all’alto Medioevo al Libero Comune e Città-Stato per poi diventare luogo di protezione dei papi fuggiti da Roma dopo l’invasione dei Lanzichenecchi. Dal 1860, anno in cui Orvieto, entrò a far parte del Regno d’Italia e dello Stato Sabaudo divenendo quasi un punto di frontiera tra quest’ultimo e lo stesso Stato Pontificio.
Orvieto odierna si presenta come una città che può essere considerata un grande centro storico per la sua intera superficie. Le sue caratteristiche e la particolarità di essere quasi sospesa e isolata dal resto della vallata sottostante, hanno permesso di mantenere integra e inalterata la sua conformazione e la sua bellezza.  È divisa in 4 quartieri: Corsica, Serancia, Olmo e Santa Maria della Stella e la via principale che percorre gran parte del centro storico è Corso Cavour.

Alla scoperta di Orvieto
Orvieto è senza dubbio una città ricca di monumenti da vedere e particolari atmosfere da vivere.
Il magico Pozzo di San Patrizio una struttura architettonica unica al mondo, con le sue due scalate ellittiche che non si incontrano mai salendo e scendendo il pozzo.

La Torre del Moro che con i suoi 47 metri si erge dominando la città.

Il Duomo la cui costruzione inizia nel 1290. Esso si presenta maestoso con la sua facciata ornata da mosaici in oro splendente e preziosi basso rilievi.

La cappella del Corporale ospita il Corporale del Miracolo di Bolsena.
 
 
 
 
 
 
 





 
Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu